ANSA: “FI si appella a Malagò: sostenga Torino per Olimpiadi 2026”

“Dover discutere se si vuole o no il bis olimpico a Torino nel 2026 è surreale. Dopo il “no” ai Giochi di Roma, un altro “no” farebbe male al Paese”: così pensa, in Piemonte, Forza Italia – che si appella al presidente del CONI, Giovanni Malagò, affinché sostenga la candidatura del capoluogo piemontese alle Olimpiadi invernali e, su questo, annuncia battaglia.

“La prossima settimana – anticipa il coordinatore regionale azzurro Gilberto Pichetto – chiederemo formalmente alle forze politiche di esprimersi con un “sì” o con un “no”. Ma il “no” – sottolinea Paolo Zangrillo, candidato nel Piemonte 1 – è dettato dalla paura ed è tipico di chi nella vita non ha mai gestito nulla”. I punti di forza della candidatura – hanno spiegato gli azzurri Daniela Ruffino, Claudia Porchietto, Osvaldo Napoli, Alberto Cirio, Lucio Malan, Mino Giachino e Mariella Rizzotti – sono la dimostrata capacità organizzativa e la presenza di strutture che renderebbero l’Olimpiade una scelta finanziariamente vantaggiosa. Quanto ai benefici, Ruffino ha ricordato quelli del 2006: “Due miliardi e mezzo di investimenti, 23mila persone coinvolte e una ricaduta sul territorio stimata in cinque miliardi”. Senza contare il vantaggio più grande, menzionato da Cirio: la svolta turistica di Torino, l’ex ‘città-fabbrica’.

Forza Italia, hanno assicurato gli azzurri, farà tutto il possibile. Ma “la Città Metropolitana e il suo Sindaco, Chiara Appendino, devono smettere di prendere ordini dalla Casaleggio e arrivare a una decisione per il bene del territorio”, perché “una candidatura tardiva parte già indebolita”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email