ASCA: “Riforme: Malan (FI), meglio abolire totalmente Senato, non solo elezione”

“Si tratta di un’abolizione delle elezioni per il Senato, perché il Senato resterebbe – solo, non si potrebbe più votarlo. Visto che il mio Partito si è impegnato in questo senso, andrò in questa direzione; però, se si aboliscono le elezioni, si deve abolire anche il Senato”. A dichiararlo il senatore di Forza Italia, Lucio Malan, intervenuto questa mattina negli studi di Radio Città Futura sulla partita per le riforme e la trasformazione del Senato. “Non ha senso tenere un Senato non eletto – ha proseguito Malan. Prima ci si lamentava dei nominati del Porcellum, ma qui sarebbero nominati tutti – e non dagli elettori. Per cui, meglio abolirlo totalmente”.

Alla domanda se ci saranno dunque delle sorprese sulle riforme costituzionali quando arriveranno al Senato, Malan ha risposto: “Da parte mia e di FI, non ci saranno sorprese nel senso di marce indietro rispetto a quanto è stato a grandi linee delineato. Ma, mentre sulla legge elettorale si era andati nei dettagli, sul Senato si è parlato di questa cosa che non è l’abolizione del Senato ma delle elezioni: io – e non sono solo – ritengo che, se si aboliscono le elezioni, bisogna abolire anche il Senato”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email