DDL ZAN: MALAN (FI), È CONTRO LIBERTA’, PARLIAMO DI BAMBINI COMPRATI E RAPITI

Vari esponenti della sinistra gridano a chissà quale sopruso per la mancata calendarizzazione del disegno di legge Zan, che manda in carcere chi si oppone all’indottrinamento dei bambini a scuola. Ma cosa dovremmo dire allora per la mancata calendarizzazione da anni dei disegni di legge per punire anche in Italia chi pratica la barbarie dell’utero in affitto all’estero, dei ddl che riformano l’articolo 403 del codice civile, la cui distorta applicazione mette in atto il sistema Bibbiano, che fa rapire, in nome del popolo italiano, centinaia di bambini in tutta Italia da genitori amorevoli? Che dovremmo dire dei disegni di legge volti a limitare la vergogna delle mille persone innocenti che ogni anno finiscono in carcere, vedendo la loro vita rovinata? Tutti provvedimenti di competenza della commissione giustizia. Ma per qualcuno l’unica urgenza è imporre nelle scuole le associazioni LGBT come enti di formazione, in conseguenza dell’articolo 8 del Ddl Zan.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email