DL ENTI LOCALI. MALAN (FI): GOVERNO CALPESTA I PICCOLI COMUNI

“Il Governo sta strangolando i Piccoli Comuni, tagliando loro i fondi e impedendo loro di lavorare. L’obiettivo è, evidentemente, quello di accentrare la spesa ma l’esperienza e il buon senso ci dicono che, più si è lontani dal territorio, peggio si spende. Il problema non è quanti sono i centri di spesa bensì quanto e come si spende ma, questo, il Governo finge di non capirlo.

Sono intervenuto nell’Aula del Senato per ricordare che l’obbligo della Centrale Unica di Committenza e dell’esercizio associato delle funzioni, così come sono scritti, sono insensati: mortificano i piccoli centri, i loro abitanti, le loro aziende, i loro artigiani e commercianti, che saranno privati degli acquisti del Comune a beneficio di grandi realtà – già favorite da mille altri fattori. Questa volta non sono stato solo io a presentare emendamenti per attenuare, ritardare o annullare queste assurdità; anzi, quasi tutti i Gruppi l’hanno fatto. Ma il Governo ha detto ‘no’, in nome della centralizzazione della spesa. E sappiamo bene cosa fa il Governo quando decide per conto suo: ignora il territorio e favorisce i grandi interessi”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email