GAY, MALAN (FI): ZAN NEO-CLERICALE DAVA DELL’OMOFOBO A BENEDETTO XVI

Oggi l’onorevole Alessandro Zan dice che bisogna accelerare sul suo ddl perché è uscito un documentario in cui il Pontefice Bergoglio si esprimebbe a favore delle unioni civili per gli omosessuali. Zan, avendola votata, dovrebbe sapere che la legge sulle unioni civili in Italia c’è già da diversi anni e sa molto bene che il suo ddl è tutt’altra cosa, altrimenti non c’era ragione per presentarlo. È davvero straordinario l’improvvisato zelo neo-clericale del deputato Zan, di una parte che ha sempre gridato all’inaccettabile ingerenza quando dal Vaticano arrivavano dichiarazioni sgradite. Proprio Alessandro Zan celebrò l’elezione di Benedetto XVI accusandolo di tenere posizioni omofobe. Ora, poiché il ddl Zan prevede il carcere per chi sostiene pubblicamente idee omofobe, abbiamo la conferma del fatto che è una legge contro la libertà religiosa visto che in base ad essa Papa Ratzinger dovrebbe essere condannato ad anni di carcere.

Roma, 22 ottobre 2020

https://www.redattoresociale.it/article/notiziario/mancuso_arcigay_con_l_elezione_di_benedetto_xvi_cardinale_ratzinger_ha_vinto_la_chiesa_piu_retriva_contraria_a_qualsiasi_apertura_in_materia_di_morale_sessuale_#

Qui c’è la frase di Zan del 2005

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email