25 APRILE. MALAN (FI): A ROMA PALESTINESI SÌ, BRIGATA EBRAICA NO

I Palestinesi erano alleati di Hitler

“È un ben triste 25 aprile quello che a Roma ha portato a preferire la presenza dei Palestinesi, alleati di Hitler, rispetto agli eroi della Brigata Ebraica che contribuì a liberare l’Italia dal nazifascismo, e i cui componenti rischiavano assai più degli altri soldati perché, se catturati, finivano nei campi di sterminio e non in quelli dei prigionieri di guerra.

I Palestinesi meritano rispetto e hanno diritto di manifestare le loro opinioni, ma non certo nella commemorazione della lotta contro il nazifascismo del quale erano alleati combattenti, in chiave antiebraica e antiisraeliana. Il Gran Muftì di Gerusalemme, zio di Yasser Arafat, reclutò una legione islamica di SS, e altri si arruolarono nella Wehrmacht sulla base di una sua dichiarazione che respingeva le risoluzioni internazionali che stabilivano il diritto degli Ebrei ad avere un focolare nazionale nella terra d’Israele, e auspicava per gli Ebrei di Palestina una ‘soluzione finale’ analoga a quella portata avanti in Europa.”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email