UNIONI CIVILI. MALAN (FI): PD VUOLE NOZZE E ADOZIONI GAY, LO DICA CHIARO

“Nozze gay con tanto di adozioni. Questo è il contenuto del testo della relatrice Cirinnà sulle cosiddette unioni civili, che PD e M5S voteranno dopodomani. Sarebbe onesto che lo dicessero chiaramente. Quest’ultima versione è semplicemente un po’ più ipocrita di quella precedente: anziché dire che alle unioni civili dello stesso sesso si applicano le norme del matrimonio, fa un lungo elenco delle norme matrimoniali che vuole vengano applicate anche alle coppie omosessuali. L’operazione di copertura non è sempre efficace, perché il testo chiama esplicitamente ‘vedovo’ il componente dell’unione che sopravvive all’altro, parla di ‘cognome’ dell’unione, dando alle coppie omo prerogative che altri ddl vogliono togliere alla famiglia vera e propria.

Tra i sostenitori del testo Cirinnà c’è anche chi ha il coraggio di dire che non consente le adozioni per le unioni civili dello stesso sesso. Anche questo è falso: c’è un articolo apposito che consente di adottare i figli del partner, cioè i figli generati con la pratica dell’utero in affitto, dove una donna – di solito povera o del terzo mondo – viene pagata per fare da incubatrice a un bambino che le verrà strappato – per contratto – al momento del parto. Come se non bastasse, il testo prevede che all’unione civile si applichi anche l’articolo 147 del Codice Civile, che riguarda i doveri verso i figli. È bene che i parlamentari del PD, i loro elettori e gli Italiani in generale sappiano che cosa stanno per votare”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email